CCIAA di Alessandria-Asti – Bando Voucher Digitali I4.0

Finanziamento a fondo perduto pari al 70%

La Giunta della Camera di commercio di Alessandria-Asti, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, ha approvato il “Bando Voucher Digitali I4.0” che intende finanziare, tramite contributi a fondo perduto, progetti di innovazione tecnologica I4.0 presentati da singole imprese.

 Possono beneficiarne le Micro, Piccole o Medie imprese (c.d. MPMI) che hanno sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Alessandria-Asti.

Gli interventi di innovazione digitale oggetto della domanda di contributo e le relative spese di cui all’art. 6 dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1. Elenchi consultabili nel Bando.

I fornitori di beni e/o servizi non possono essere soggetti beneficiari dei contributi di cui al presente Bando, e non possono essere in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa beneficiaria – ai sensi dell’art. 2359 del Codice civile – e/o avere assetti proprietari sostanzialmente coincidenti.

Per i servizi di consulenza e/o formazione l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente di uno o più fornitori tra i seguenti:

  1. competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  2. incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;
  3. FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter;
  4. centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0;
  5. start-up innovative e PMI innovative;
  6. Innovation Manager iscritti nell’elenco dei manager tenuto da Unioncamere;
  7. ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione alle imprese, nell’ambito delle tecnologie del presente Bando. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Non sono richiesti requisiti specifici per i fornitori di beni e servizi strumentali.

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione, relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal presente Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 20% delle spese ammissibili;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e iniziale spesa di attivazione e connessione, licenze d’uso, aggiornamenti software, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti indicate nel bando.

Le spese di cui al presente punto b) possono rappresentare al massimo l’80% delle spese ammissibili.

Tutte le spese devono essere interamente fatturate e quietanzate a partire dal 01/01/2021 fino al 28/02/2022. Tale termine deve intendersi come termine ultimo di chiusura del progetto.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 700.000,00.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, il cui importo sarà pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di euro 10.000,00 per impresa, oltre l’eventuale premialità collegata al possesso del rating di legalità.

I progetti devono prevedere un investimento minimo ammissibile di almeno euro 4.000,00.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

Le domande possono essere inviate dalle ore 8:00 del 7 giugno 2021 alle ore 21:00 del 20 settembre 2021.

 

Potrebbe interessarti anche: Bando ISI INAIL 2020