Rimborso Accise macchine operatrici: caratteristiche

Il rimborso accise per chi utilizza macchine operatrici, sia fisse che semoventi, è pari a circa 0,43 Euro per ogni litro di gasolio consumato per la produzione di forza motrice.

L’agevolazione ha cadenza trimestrale e può essere ottenuta, di norma, tramite l’emissione da parte dell’Agenzia delle Dogane di lettere di accredito da scontare per l’acquisto di nuovo carburante o direttamente rimborsabili su c/c bancario dell’azienda.

La procedura consiste nell’installazione di un contatore fiscale su ciascun macchinario, la successiva presentazione dell’istanza all’Agenzia delle Dogane competente, il suggello da parte dell’Agenzia delle Dogane e infine la presentazione periodica dell’istanza di rimborso con il prospetto dei consumi di carburante per la produzione di forza motrice.

L’agevolazione è riconosciuta dall’Agenzia delle Dogane (Circolare 33/D), a chi acquista gasolio ed utilizza macchine operatrici. In particolare, non è necessario che i mezzi siano di proprietà, ma è sufficiente un regolare contratto di noleggio e/o comodato d’uso. Le aziende interessate sono tutte quelle presenti nelle categorie Ateco 2007, indicate alle lettere da A ad H e l’agevolazione è prevista per i mezzi fissi, per quelli non omologati per la circolazione su rete stradale pubblica e per quelli omologati con limitazioni (riportate sulla carta di circolazione).

I settori interessati a tale agevolazione sono: Agricoltura, Estrazione di Minerali da cave e miniere, Attività manifatturiere, forniture di energia elettrica, fornitura di gas, fornitura di vapore, forniture di acqua, attività di gestione dei rifiuti, costruzioni, commercio ingrosso e dettaglio, trasporto e magazzinaggio.

Per ottenere l’agevolazione sono necessari:

    1. Servizi tecnici che comprendono la fornitura e l’installazione di contatori fiscali certificati che registrino i parametri previsti dalla Circolare 5/D, ore di lavoro e giri motore;

    2. Servizi amministrativi che comprendono inizialmente la presentazione della domanda di agevolazione all’ Agenzia delle Dogane corredata dalla specifica documentazione tecnica ed amministrativa, e successivamente le richieste periodiche di rimborso comprensive dei parametri rilevati dai contatori fiscali.

A titolo di esempio, per un consumo annuo pari a 5.000 litri di gasolio il rimborso ammonta a 1.620 euro.